..Letture in corso..

Nonostante le lezioni e gli esami imminenti, riesco comunque a leggere qualche libro per puro piacere personale! Altrimenti impazzirei, decisamente. Vanno un po’ a rilento però, uff 😳

Attualmente, le mie letture in corso sono:

Oltre le regole 

di J. Crownover

oltre-le-regole_7309_x600

Primo della “The Tattoo Trilogy” diventata poi “Series”, fin ora si è dimostrato molto carino! Ogni capitolo è narrato alternativamente dal protagonista maschile e dalla protagonista femminile. Vedremo se continuerà a piacermi 😉  Non sono sicura di continuare la serie però, perché in realtà non continua con la storia di Shaw e Rule, ma con la storia dei personaggi secondari.

Opposition 

di J. L. Armentrout

cover

Ultimo volume della serie “Lux”, serie che mi ha letteralmente rapitaGiusto per rimanere anche nel lessico in tema alieni! All’inizio non ero molto convinta di leggere qualcosa riguardo degli alieni, non era un tipo di tema che mi attirava, ma appena ho iniziato a leggere le prime pagine del primo volume (non finirò mai di ringraziarti mia amica librosa ❤ ) ogni dubbio è svanito e mi sono rimproverata di non averla cominciata prima! Daemon saprà conquistarvi, fidatevi :p

Allegiant 

di V. Roth

Allegiant1

Terzo ed ultimo volume della serie “Divergent”. La lettura di questo va molto più a rilento dei primi due della serie (quelli li ho bevuti, si può dire!), credo sia perché la trama si è spostata su un altro tema che non è più (almeno per il momento) le fazioni e mi dispiace un sacco perché era quello ad attirarmi! In più, credo di essermi fatta uno spoiler grande quanto una casa e quindi, se è così, ho decisamente paura di arrivare alla fine.. Ma lo finirò, promesso!

Ricomincio da Sydney 

di A. Giambelluca

978886751505E

Questo è un volume singolo, niente serie né fantasia! E’ il racconto di un anno in Australia vissuto dalla stessa autrice che conoscevo, prima ancora di comprare il suo libro, tramite il suo blog: La Maga di Oz . Fateci assolutamente un salto! Angelica è una ragazza schietta e dalla mente aperta, con tanta esperienza alle spalle che condivide attraverso le sue parole, un giro sul suo blog non può che essere un’esperienza di arricchimento culturale personale! Io per esempio ho imparato tanto anche solo sulla terra di Oz 😉

IN PAUSA:

 Cercando Alaska  

di J. Green

1704519_0

Ebbene, perché in pausa?

Perché sono arrivata ad un punto della storia che non mi aspettavo e che mi ha portato un tumulto inarrestabile di emozioni nel cuore… Ogni volta che apro il libro sento come una coltellata al petto… Devo ancora metabolizzare tutto questo per poter andare avanti e finire questa storia, che merita, eccome se merita!

[ Per wwayne : non mi sarei mai aspettata una svolta simile leggendo il tuo post! Ammettilo, me lo hai consigliato di proposito 😥  (Scherzo, ahah 😛 ) ]

E voi invece, quale sono le vostre letture del momento? 😀

Annunci

Reading Challenge – Una graphic novel : Twilight ~ The graphic novel Vol.2

E la Reading Challenge continua!

La scorsa settimana ho letto (per la prima volta!) il secondo volume della graphic novel di Twilight (di Stephenie Meyer) disegnato e adattato da Young Kim, essendoci nella lista “una graphic novel” non potevo per cui non metterla (anche se è il secondo e non il primo volume) 😉

Penso che tutti conoscano più o meno la storia di Twilight, perciò passerò direttamente alle considerazioni inerenti più alla graphic novel in sè 🙂

Il disegno di Young Kim mi piace tantissimo, in ogni minimo tratto e anche la colorazione (non sempre presente, la troviamo solo in alcuni punti più salienti) è ricca e affascinante. Il secondo volume inizia riprendendo il filo del racconto dove si era interrotto nel primo volume, ovvero subito dopo la giornata insieme di Bella ed Edward nella radura.

Per quanto sia stato fatto qualche piccolo taglio e adattamento (per esempio certe conversazioni avvengono in momenti diversi), è fedelissima al libro!

La scena che più mi è piaciuta in questo volume è la scena finale quando sono al ballo, sia sempre per il disegno che mi fa impazzire sia anche perché Young Kim ha usato dei colori brillanti per enfatizzare la fine dolcissima 🙂 download

Per chi fosse interessato: la graphic novel di Twilight (entrambi i volumi) è disponibile anche in italiano, il primo volume di New moon è uscito solo in inglese e il secondo volume (sempre in inglese) uscirà nel luglio del 2016.

Reading Challenge – Una trilogia: La trilogia delle gemme: Red ~ Blue ~ Green – K. Gier

Dopo un’intensa sessione estiva di esami universitari, riprendo la Reading Challenge!

Questa volta ho scelto RedBlueGreen ovvero La trilogia delle gemme di Kerstin Gier.

Anche questi libri non li ho letti per la prima volta quest’anno ma l’anno scorso, ma li amo troppo e non me la sentivo affatto di non includerli in questa sfida! (Se ve lo state chiedendo, pur avendoli letti precedentemente li ho riletti anche quest’anno e più di una volta pure, quindi effettivamente rientrano comunque 😉 )

Che dire perciò? LI AMO. Amo tutto di questa storia fantasy, dalla protagonista al co-protagonista, dai luoghi ai “tempi”, dai vestiti al Gargoyle! Ma andiamo con ordine.

da qui in avanti: RISCHIO SPOILER!

Trama:

Gwendolyn ha una famiglia con mille e più segreti che nemmeno lei stessa conosce, fino a quando non verrà a scoprire che la “prescelta” non era mai stata la sua odiosa cugina, bensì lei. Gwenny si trova così catapultata in un’avventura in cui nessuno vuole rivelarle niente, un’avventura che per lei comincia nel presente ma che ha la sua vera realizzazione nel passato, Gwendolyn è infatti l’ultima viaggiatrice del tempo del cerchio dei dodici. Insieme a lei c’è Gideon, l’undicesimo viaggiatore: affascinante e intelligente, ma anche arrogante e pieno di sè. Hanno un compito in comune che dovranno portare a termine, ma le cose non andranno come previsto perché la preparazione di Gwendolyn rasenta lo zero e pochi sono disposti ad aiutarla, costringendola così a fare ricerche per i fatti suoi e a non potersi fidare di nessuna persona appartenente alla Loggia. Ma insieme a Leslie, sua amica del cuore, qualche persona a lei cara nel passato e infine Gideon, tutto avrà un senso e gli sforzi non saranno stati inutili!

I viaggi nel tempo mi hanno sempre affascinata, non potevo perciò non innamorarmi di una storia che li riguardasse e sopratutto così ben costruita! Infatti ad una prima lettura più ci si avvicina al terzo volume, e quindi alla fine, e più sembrerà di non capirci nulla perché scoprendo sempre più elementi la storia si infittisce così tanto che ci si può ritrovare spesso a dover tirare le somme prima di poter proseguire nella lettura XD

La storia è ambientata a Londra, non sono mai stata in questa città, ma credo comunque sia stata una scelta ottima! Gwendolyn e Gideon vanno spesso nel XVIII secolo e questo mi ha indotto a cercare informazioni più dettagliate riguardo il ‘700, ha addirittura influenzato la mia scelta riguardo la materia di storia che dovevo fare all’università (ho infatti frequentato le lezioni di storia moderna!) e da amante della storia in generale non potevo non deliziarmi di quest viaggi!

Il personaggio di Gwendolyn all’inizio è ovviamente più ingenuo, ma riesce a delinearsi bene nell’arco dei tre libri e per quanto non possa maturare chissà quanto (il tempo della storia è di appena due settimane! L’unica nota amara secondo me 😥 ) riesce a capire in breve come comportarsi e reagire a ciò che le sta accadendo in modo sempre più maturo; anche Gideon piano piano si trasforma, il suo personaggio, essendo già abbastanza maturo di partenza, tende piuttosto però ad aprirsi e ad evolversi abbandonando gli schemi mentali che la Loggia gli aveva insegnato.

La narrazione è in prima persona e lo stile dell’autrice mi è piaciuto sin da subito! Inoltre certe scene sono proprio simpatiche e riescono a strappare qualche risata 😀

Potrei parlare di questa trilogia per giorni e giorni probabilmente, ma ho troppa paura di dire qualcosa di troppo e rovinare la lettura a chi vorrà leggerlo 🙂

Perciò, se non si fosse ancora capito, amo tantissimo questa storia e la consiglio a chiunque abbia un certo interesse per i viaggi nel tempo, non ne rimarrà deluso 🙂

eMd1y

Ps: hanno tratto anche dei film da questa serie, fin ora sono usciti solo Red e Blue, Green uscirà il prossimo anno 🙂

Reading Challenge – Un libro che ti ha fatto piangere : Colpa delle Stelle – J. Green

Inizio la “rubrica” sulla Reading Challenge 2015 con un libro che in realtà avevo già letto l’anno passato (in formato pdf) e che ho ripreso all’inizio di quest’anno in formato cartaceo poiché mi è stato regalato per Natale, sto parlando di Colpa delle stelle di John Green.

Ho scelto questo libro per il punto “Un libro che ti ha fatto piangere” perché non solo mi ha fatto piangere, ma mi ha proprio fatto versare un intero fiume di lacrime!

da qui in avanti: RISCHIO SPOILER!

Trama:

Hazel (la protagonista nonché voce narrante) è affetta da un cancro da parecchi anni, la sua sopravvivenza è una sorta di miracolo ed ormai vive alla giornata. Un giorno incontra Augustus, anche lui precedentemente affetto da cancro ma che è riuscito a sconfiggerlo, insieme costruiscono una bella amicizia sempre più intensa fatta di letture, sogni incredibilmente realizzabili, piccole avventure ma anche molti alti e bassi della vita che li costringeranno a farsi forza più di quanto sia richiesto a dei semplici ragazzi.

Se pensate che abbia scelto questo libro per questo punto particolare (poiché potevo metterlo anche nella categoria “Un libro che è diventato un film”) solo perché i due ragazzi protagonisti hanno una malattia e “malattia=lacrime” vi sbagliate di grosso! Il tema del tumore viene sì trattato nella storia, ma come una circostanza che cambia la vita non come cardine su cui tutto gira. Certo, si ritrovano ad essere sottomessi alla propria malattia ed ognuno di loro ha un approccio diverso con essa, ma questo non è un libro sul cancro, è un libro sulla vita, sulle emozioni, sui sogni di due ragazzi che sono affetti da tale malattia. Ciò infatti che mi ha fatto piangere è l’intensità della storia e dei personaggi che ti entrano dentro e non escono più.

Sullo stile dell’autore non ho molto da dire, la prima volta che l’ho letto mi ha un po’ colpita perché essendo femminile la voce narrante si percepiva subito che in realtà l’autore era maschio, certe forme infatti non le trovavo molto spontanee per una ragazza, ma già dalla secondo volta non ci ho più fatto caso!

m7S2ZLS_K_kXTB6i4NW67Dg